NEWS

Questa pagina Web è finalizzata alla presentazione delle iniziative recenti della Società di Studi Fiumani e della Associazione per la Cultura Fiumana, Istriana e Dalmata nel Lazio, nella consapevolezza dell'importanza di mantenere sempre vivo il retaggio dell'identità culturale italiana presente da secoli nell'Adriatico Orientale, senza per questo insabbiarsi in dispute ideologiche passate, ma stimolando il processo di apertura e di rinnovo culturale adatto alla moderna sensibilità dello spirito europeo contemporaneo.

MOSTRA A FIUME-RIJEKA DEDICATA AL FIUMANO FRANCESCO DRENIG PROMOTORE DI CONTATTI CULTURALI ITALO-CROATI 
DAL 10 OTTOBRE AL 12 NOVEMBRE 2013
PRESSO IL MUSEO CIVICO DI FIUME-RIJEKA.
 
Progetto speciale:

“Roma nel cammino della Memoria:

"percorsi e viaggi di storia, cultura e impegno civile”

 – L’ITALIA NEL DRAMMA DEL CONFINE ORIENTALE –

anno scolastico 2012- 2013

Quarta edizione

 Giornata di formazione storico-culturale per i docenti del viaggio a Trieste e in Istria, che si terrà dal 19 al 21 marzo 2013.

Sala Technotown

Villa Torlonia, Via Spallanzani, 1 - Roma

 Lunedì 4 marzo 2013

 Programma

"Il Confine orientale italiano nel Novecento"

Ore 9.30 – accoglienza e saluti istituzionali (Ass.re Gianluigi De Palo)

 Introduce e modera

 Dott. Marino Micich (Società di Studi Fiumani-Archivio Museo storico di Fiume)

 Ore 10.15  prof. Giuseppe Parlato (Libera Università degli Studi “San Pio V”)

       La questione giuliana tra irredentismo e fascismo

Ore 11.30 prof.ssa Rita Tolomeo (Università degli Studi di Roma “La Sapienza”)

              “Il confine orientale italiano nella tormenta (1943-1954)”

 Ore 12.30 conclusione della mattinata del Dott. Marino Micich

             Gli esuli della Venezia Giulia e della Dalmazia nel lungo dopoguerra. 

Ore 13.00 dibattito

 Ore 13.30 pranzo

 Ore 15.00  Proiezione di un breve filmato sull'esodo da Pola “Pola addio” e arrivo dei profughi in Italia.   

 Ore 15.30  Prof.ssa Donatella Schürzel (Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia)

              La civiltà letteraria Italiana della frontiera giuliana nel ‘900

Ore 16.30 Conclusione

*****

ROMA CAPITALE - Primo Piano

Giorno del Ricordo dei Martiri delle Foibe istriane, firmato protocollo d'intesa per la Casa del Ricordo

Protocollo Casa del Ricordo

Roma, 2 febbraio – Si è celebrato in Campidoglio, nell’Aula di Giulio Cesare, il nono Giorno del Ricordo dei Martiri delle Foibe istriane e dell’Esodo delle popolazioni giuliano-dalmate. Nell’occasione è stato firmato il primo Protocollo d’intesa tra Roma Capitale e l’Anvgd (Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia) e la Società di Studi Fiumani, per la nascita della “Casa del Ricordo”.

Alla celebrazione sono intervenuti, tra gli altri, Gianni Alemanno, Sindaco di Roma, Giorgio Marsan, vice presidente Comitato Provinciale Anvgd, Gianluigi De Palo, assessore capitolino alle Politiche della Famiglia all’Educazione e ai Giovani, Amleto Ballarini, presidente Società Studi Fiumani, Marino Micich Segretario generale della Società di Studi Fiumani e Sergio Schürzel, esule da Rovigno d’Istria, Antonio Ballarin presidente nazionale ANVGD, i consiglieri Andrea De Priamo e Federico Guidi.   

RADUNO NAZIONALE DEI FIUMANI A ROMA

(5, 6 e 7 ottobre 2012)

Clicca qui per il programma completo.

Roma, Altare della Patria

    

PREMI ALLE SCUOLE ITALIANE DI FIUME

CONCORSO LETTERARIO "SAN VITO"

Il 14 giugno 2012, presso la scuola media superiore italiana di Fiume, c'è stata la cerimonia di consegna dei premi agli studenti più meritevoli, che hanno svolto i migliori elaborati. I premi sono stati consegnati dai dirigenti della Società di Studi Fiumani e del Libero Comune di Fiume in esilio. Il titolo del tema per i più piccoli è stato:"I grandi campioni dello sport fiumano di ieri e di oggi"; mentre il tema per i più grandi ha riguardato le riflessioni sulla città in cui vivono, le attese e le aspirazioni a livello individuale e sociale. Il montepremi è stato composto dai contributi della Società di Studi Fiumani, dal Libero Comune di Fiume in esilio e dall' UPT-Unione Italiana. Nella stessa giornata i dirigenti delle associazioni fiumane sono stati ricevuti dal sindaco di Fiume V. Obersnel.

 

COMUNICATO (4 maggio 2013):

Si avvisa che il 4 maggio 2013 ci sarà la consueta Messa per i caduti italiani sepolti a Castua (Kastav) alle ore 18 presso la Parrocchia di S. Elena. L'iniziativa vuole sensibilizzare le autorità croate e italiane affinchè si proceda alla riesumazione dei resti mortali delle vittime italiane, tra cui il Senatore fiumano Riccardo Gigante. I nostri connazionali furono uccisi senza processo il 4 maggio 1945 dai partigiani jugoslavi, che li seppellirono in una fossa comune nel bosco della Loza. Alla cerimonia saranno presenti i dirigenti della Società di Studi Fiumani, del Libero Comune di Fiume in esilio, della Comunità Italiana di Fiume e le autorità diplomatiche d'Italia in Croazia. L'invito è esteso a tutti.